NewsTruffe auto

Truffa delle auto schilometrate


Avete acquistato o state per acquistare un auto usata ? Attenzione, la truffa e’ dietro l’angolo!

Bisogna fare attenzione alla truffa delle auto schilometrate sia se si è in procinto di acquistare un auto usata, sia se si è in possesso di un auto usata. Infatti mentre nel primo caso si rischia di subire una truffa, nel secondo caso (a truffa subita) si rischia di truffare, senza saperlo, il futuro acquirente della propria auto usata.

Quando si acquista un’auto usata sono molti gli aspetti cui bisogna fare attenzione, uno di questi sono i chilometri percorsi dall’automobile.

Infatti da questa informazione si puo’ dedurre la vita residua dell’auto e soprattutto dei ricambi che si dovranno sostituire entro breve tempo dall’acquisto.

Per verificare questo dato si utilizzano essenzialmente due metodi: il primo è quello di leggere il contachilometri, il secondo è quello di consultare il libretto degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’auto. Il libretto purtroppo molto spesso non è disponibile ed inoltre è facile falsificarlo. Il contachilometri rimane pertanto lo strumento principale per conoscere i chilometri percorsi dall’auto. Purtroppo pero’ anche il contachilometri può essere manomesso andando incontro ad un reato penale che permette di aumentare la vita dell’auto e di conseguenza il prezzo di vendita.

Prima dell’avvento dei contachilometri digitali, i chilometri venivano scalati operando direttamente sul contachilometri stesso. Successivamente i truffatori hanno trovato il modo di scalare i chilometri  intervenendo sulle centraline montate a bordo dell’automobile. Se il lavoro e’ ben fatto sarà impossibile risalire ad un eventuale manomissione del contachilometri.

Per avere certezza sui chilometri percorsi dall’auto che si intende acquistare rimangono altre due strade da seguire. La prima è quella di verificare se l’auto è stata revisionata in tempi recenti. Infatti le revisioni effettuate a partire dagli anni 2014/2015 riportano i km percorsi dall’automobile. Si tratta di una informazione che puo essere ottenuta recandosi con il proprietario dell’auto  presso l’officina che ha effettuato la revisione. Se il proprietario dell’auto rifiuterà di fare questo controllo, oppure se dal controllo si evincerà un chilometraggio superiore rispetto a quello indicato nel contachilometri, sarà evidente che l’auto che si intende acquistare è stata schilometrata.

L’ultimo metodo che abbiamo a disposizione per verificare se un auto è stata schilometrata è quella di rivolgersi al servizio clienti della casa automobilistica dell’auto. Infatti, tutti gli interventi di manutenzione effettuati sull’automobile vengono registrati in un database nazionale. Dimostrando alla casa automobilistica la proprietà dell’auto, è possibile ottenere l’elenco degli interventi effettuati sull’automobile con l’indicazione dei chilometri percorsi. Anche in questo caso se il proprietario rifiuterà di effettuare questo controllo oppure se i chilometri indicati dalla casa automobilistica sono superiori a quelli indicati sul contachilometri, sarà evidente che l’auto che si intende acquistare è stata schilometrata.

In conclusione, quando si acquista un auto usata, soprattutto da un privato, verificare la data dell’ultima revisione e quindi recarsi con il proprietario presso l’officina che ha effettuato la revisione. Quindi verificare con la casa costruttrice, sempre con la collaborazione del proprietario, gli interventi straordinari effettuati sull’auto ed i relativi chilometri. Questi sono gli unici modi per verificare in modo certo e sicuro i chilometri percorsi dall’automobile.

Prestare inoltre la massima attenzione quando si vende l’auto ad un concessionario d’auto usate che, utilizzando le tecniche sopra indicate, è  in grado di verificare i chilometri percorsi dall’automobile. In caso di auto schilometrata (molto spesso a propria insaputa) si rischia di essere citati per truffa.


Scrivi un commento