Email phisningNews

Finte email dall’agenzia delle entrate. Attenti alla truffa!


Ennesimo tentativo di phishingTruffa informatica effettuata inviando un'e-mail con il logo contraffatto di un istituto di... e tentata infezione tramite email. Per entrare in possesso di dati sensibili e per infettare il computer degli utenti, questa volta i truffatori stanno utilizzando il nome dell’Agenzia delle Entrate. La modalità della truffa è sempre la stessa. Si riceve tramite posta elettronica una email apparentemente inviata dall’ufficio dell’Agenzia delle entrate.  Nella email viene segnalato un apparente debito nei confronti dello Stato  relativo al quarto trimestre del 2016 e vengono inviati dei fileIl termine inglese file (traducibile come "archivio") viene utilizzato per riferirsi a un... allegati.

Si raccomanda ovviamente di non aprire i files allegati, di non cliccare il link indicato nell’email ed ovviamente non inserire dati sensibili. Ricordiamo inoltre che l’Agenzia delle entrate non invia accertamenti tramite email, ma tramite PEC ed ovviamente tramite posta ordinaria.

Come regola generale per difendersi dal phishing ricordiamo che i truffatori cercano di colpirci emotivamente segnalandoci (finti) accessi indesiderati ai nostri account o  addebiti indesiderati. Mantenere sempre la calma, non lasciarsi prendere dal panico quando si ricevono email di questo tipo. Il problema del phishing esiste, è reale e colpisce ogni giorno migliaia di persone. Pertanto quando si ricevono email di questo tipo la prima cosa da pensare è che si tratta di un tentativo di phishing. Dopodichè prendere le dovute precauzioni per esaminare l’email e contattare telefonicamente l’ente o azienda che ha inviato l’email per accertarsi della veridicità del contenuto. Ovviamente non utilizzare i contatti presenti nell’email, ma cercarli su Google.

Infine, ricordiamo sempre di verificare la presenza dell’antivirus e del corretto funzionamento dell’antivirus, soprattutto per sistemi Windows ed Android.

 

 


Tags:

Scrivi un commento