TruffeTruffe auto

Compravendita auto usate: rischi per chi vende


truffa vendita auto usateLa crisi economica che ha colpito l’Italia negli ultimi anni, insieme alla crescita dell’e-commerce su Internet, ha favorito la diffusione di siti di compravendita di auto usate. Purtroppo non essendoci la possibilità di prendere referenze su chi vuole vendere o su chi vuole acquistare un auto usata non bisogna sottovalutare il rischio di trovare un truffatore travestito da venditore o acquirente.

Quando si vende un auto, l’unica forma di pagamento da accettare e’ l’assegno circolare.

L’assegno circolare è un metodo di pagamento che dà una certa sicurezza, in quanto se reale dà la certezza di non essere scoperto, cosi’ come può succedere con un assegno bancario personale. Vediamo come verificarne la validità.

Innanzitutto bisogna essere in grado di dare una prima valutazione sull’autenticità. Infatti bisogna sapere che in un assegno circolare è obbligatoria:

  • la firma della banca emittente
  • l’indicazione della sede, della filiale o dell’agenzia che si impegna al pagamento a vista dell’assegno circolare
  • la data ed il luogo di emissione
  • la dicitura assegno circolare
  • la dicitura non trasferibile
  • il nome e cognome del beneficiario
  • l’importo massimo che puo’ avere l’assegno
  • l’importo da pagare

Effettuata una prima valutazione si puo’ chiedere alla banca di valutare l’autenticità dell’assegno circolare. Questo puo’ avvenire in due modi:

  • chiedendo al cassiere la validità dell’assegno
  • effettuando la formale richiesta alla banca del cosiddetto “bene emissione

Nel primo caso l’operazione è semplice e veloce. E’ sufficiente mostrare il titolo al cassiere per sentire il “suo parere”. Da sapere che l’assegno circolare puo’ essere incassato salvo buon fine. Questo significa che non è possibile sapere con certezza che l’assegno circolare è reale fino a quando non si prova ad incassarlo. Può succedere, ed è successo, che dopo il parere positivo del cassiere, l’assegno circolare è risultato fasullo. Cosa succede in questo caso? Che molto probabilmente la banca si rifiuta di pagare i danni e si deve andare a causa. In molti casi la causa si riesce a vincere ma comporta una perdita di tempo e di denaro, con il rischio comunque di poterla perdere.

Per avere una risposta certa sull’autenticità dell’assegno circolare si deve richiedere il “bene emissione”  alla propria banca. Procedura tramite la quale è possibile avere conferma ufficiale dell’ autenticità dell’assegno circolare. Con il bene emissione non si ha purtroppo la certezza al 100% che l’assegno sia reale ma la richiesta formale ci mette al sicuro da eventuali contestazioni dovessero comunque sorgere con la banca in caso di assegno circolare fasullo.


Tags:

Scrivi un commento

Specify Facebook App ID and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Facebook Login to work

Specify LinkedIn Client ID and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for LinkedIn Login to work

Specify GooglePlus Client ID and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for GooglePlus Login to work