Malware, Virus & AntivirusSicurezza Informatica

Come proteggersi dalle insidie della rete con l’antivirus


sicurezza informatica - antivirusL’antivirus è uno di quei programmi essenziali che non devono mancare dopo l’acquisto di un computer. Non appena installato, l’antivirus si prende cura dello stato di salute del PC in modo quasi del tutto autonomo. Infatti non richiede alcun intervento e ci fornisce dei report periodici sul lavoro svolto.

La prima attività che svolge l’antivirus non appena installato è quella di scansionare la memoria ed i file del computer alla ricerca di un eventuale file infetto da un malware.  L’antivirus ricerca le tracce di eventuali virus mediante il suo database di firme ovvero i codici inseriti all’interno di ciascun virus. Questo codice o firma è costituito da caratteri incomprensibili per l’utente.

Tutte le volte che viene individuato un nuovo malwareMalware, abbreviazione per malicious software (software dannoso), indica un qualsiasi software usato per..., il suo codice viene inserito nel database firme. E’ tramite questo database che l’antivirus è in grado di riconoscere l’eventuale presenza di programmi pericolosi.

Completata la scansione, se non viene individuato alcun malware, l’ utente viene informato con un report sull’attività svolta. Eventuali malware individuati nella memoria del PC sono eliminati automaticamente grazie a delle procedure gestite in automatico dall’antivirus.  Mentre per l’eliminazione dei files infetti è sempre richiesto l’intervento dell’utente. In genere sono 3 le scelte sottoposte all’utente:

  • Eliminare il fileIl termine inglese file (traducibile come "archivio") viene utilizzato per riferirsi a un... infetto
  • Spostare il file infetto in quarantena
  • Ignorare l’azione

Nel caso di un file infetto bisogna prestare attenzione alla sua eliminazione. Infatti, quando si cancella un file di sistema infetto, il sistema operativoUn sistema operativo (abbreviato in SO, in lingua inglese OS, "operating system"), è un... diventa instabile o addirittura non essere piu’ in grado di avviarsi.  Se non si riconosce il tipo di file infetto si consiglia di metterlo in quarantena.

Mettere un  file in quarantena significa spostarlo dalla sua posizione originale e metterlo in un’area protetta creata dall’antivirus per evitare che possa infettare altri file e provocare danni al computer.

Infine si può scegliere di non fare nulla. Questa scelta ovviamente non e’ consigliata in quanto l’infezione non verrebbe eliminata.

Da sapere che alcuni virus particolarmente pericolosi non sono semplici da eliminare dall’interno del sistema operativo. In casi estremi è infatti necessario creare ed utilizzare i dischi di ripristino direttamente dall’interfaccia dell’antivirus e far eseguire l’antivirus prima di avviare il sistema operativo.

Dopo la scansione iniziale l’antivirus attiva il monitoraggio del sistema in tempo reale. Lo scopo del monitoraggio è quello di verificare tutti i processi che vengono eseguiti dal sistema operativo e dalle azioni dell’utente nonché quello di verificare tutti i file in entrata nel pc. Anche questa funzione utilizza il database firme per riconoscere i virus. E’ essenziale che il database firme venga aggiornato ogni qualvolta sia disponibile un aggiornamento. Solo in questo modo è possibile proteggere adeguatamente il computer. La funzione di aggiornamento viene attivata automaticamente al momento dell’installazione e rimane attiva fino alla data di scadenza dell’abbonamento dell’antivirus.

Per proteggere il computer da eventuali infezione di virus non ancora riconosciuti, l’antivirus utilizza un sistema di ricerca euristico. Tramite questo sistema l’antivirus utilizza l’intelligenza artificiale per rilevare i nuovi virus e quindi fermare potenziali infezioni. Qualora il computer dovesse infettarsi con un malware non riconosciuto, l’antivirus non sarà in grado di eliminarlo.

Il software antivirus ha anche la funzione di controllare tutte le email che arrivano nella casella di posta elettronica e bloccare quelle potenzialmente pericolose.


Scrivi un commento

Specify Facebook App ID and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Facebook Login to work

Specify LinkedIn Client ID and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for LinkedIn Login to work

Specify GooglePlus Client ID and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for GooglePlus Login to work