Acquisti online

Come acquistare online in siti e-commerce in completa sicurezza


Negli ultimi anni l’e-commerce si è sviluppato a ritmi incredibili al punto da diventare un canale di vendita fondamentale per moltissime aziende. Purtroppo però  fra i commercianti onesti ci sono quelli disonesti ed i truffatori. Questi ultimi sono i piu’ pericolosi in quanto realizzano e-commerce finti con i quali riescono a truffare migliaia di persone per poi chiudere e fuggire con il denaro. I truffatori sanno di avere terreno fertile in quanto grazie ai tablet ed al boom dell’internet mobile hanno una platea di utenti inesperti da truffare in mille modi.

Oggigiorno sono molti gli utenti senza esperienza, incapaci di distinguere siti e-commerce attendibili da quelli inattendibili.

L’e-commerce ha avuto un forte boom negli ultimi anni anche grazie ad Amazon, un e-commerce presente in tutti i paesi del mondo che vende articoli di tutti i tipi, da quelli tecnologici a quelli per la casa o di abbigliamento. Gli acquisti su Amazon sono sicuri al 90% ed il metodo di pagamento, esclusivamente tramite carta di credito, viene impostato solo la prima volta che si apre l’account. E’ bene sapere che quando si acquista su Amazon i prodotti possono essere spediti o direttamente da Amazon oppure dai partner. In entrambi i casi valgono le garanzie sull’acquisto offerte da Amazon. Se si acquista direttamente da Amazon e si possiede l’abbonamento Prime, tutte gli acquisti contrassegnati con Prime potranno essere ricevuti gratuitamente nell’arco di un paio di giorni. Probabilmente questo e’ uno dei segreti dell’enorme successo di questo e-commerce che ha filiali in tutto il mondo.

Cosa si rischia nell’acquistare un prodotto da un e-commerce fasullo?

Come sappiamo su Internet esistono milioni di siti e-commerce oltre Amazon, che spesso offrono prodotti a prezzi decisamente piu’ bassi rispetto a quelli venduti su Amazon. Ma e’ tutto oro quel che luccica ? A volte si.. a volte no. I rischi nell’acquistare da siti e-commerce sconosciuti sono molteplici. Il rischio principale è quello di non ricevere la merce. Il rischio secondario è quello di ricevere merce contraffatta. Altri rischi non meno importanti sono legati al furto di dati sensibili come indirizzo di spedizione, numero di telefono, passwordparola chiave.... e carta di credito.

Come riconoscere un sito e-commerce affidabile da uno inaffidabile?

La prima cosa da verificare e’ la presenza della partita iva nel footer  (il footer e’ la parte finale della pagina), che deve essere inserita obbligatoriamente dalle aziende che vendono on-line e che hanno sede in Italia. Il passo successivo è quello di verificare che sia corretta ed operativa. Questa operazione puo’ essere fatta digitando il numero della partita iva nel modulo dell’agenzia delle entrate.

Un altro aspetto da controllare è lo stato di anzianità del sito web ed il nome a cui è intestato il dominio. Un sito web giovane ha infatti molto meno credibilità di un sito web che esiste da diversi anni. I siti web dei truffatori infatti aprono e chiudono entro un paio di mesi.  Per verificare la data di creazione del sito ed il nome a cui è intestato bisogna utilizzare il servizio whois visitando il sito https://www.whois.net/.   Da sapere che in fase di registrazione del dominio il proprietario del sito può decidere di acquistare il servizio privacy che impedisce la visualizzazione delle informazioni di contatto. Se questo e’ un servizio molto utile per i privati, ritengo che le aziende non debbano assolutamente utilizzarlo. La trasparenza, soprattutto nei siti e-commerce, va oltre la privacy.

Le prime informazioni che fornisce questo servizio permettono di capire quando è stato creato il sito ed il nome a cui è stato registrato (vedere la terza riga che inizia con “Created:” ). Prendiamo ad esempio il sito www.wikipedia.it. Nell’immagine sottostante possiamo vedere le informazioni della registrazione del dominio di Wikipedia:

whois lookup


Scrivi un commento